AssicurazioniAssicurazioni auto

La Polizza Infortuni Conducente è Detraibile?

Detrazione Fiscale Polizza Infortuni Conducente - Blog Assaperlo
Detrazione Fiscale Polizza Infortuni Conducente - Blog Assaperlo

È noto che dal 2014 non è più possibile detrarre, al momento della dichiarazione dei redditi, l’assicurazione RC auto.

C’è tuttavia una possibilità di detrazione per quello che riguarda le polizze legate al mondo dell’auto.

È infatti possibile portare in detrazione la polizza infortuni conducente che non è obbligatoria per legge, ma è una forma di tutela molto importante e consigliata per tutti gli automobilisti.
La polizza infortuni conducente tutela il guidatore dell’auto da tutti i danni fisici riportati dal conducente in caso di sinistro con colpa.

La normale assicurazione RC auto ricordiamo non copre di per sè questa questa eventualità, a meno che non venga sottoscritta appositamente questa garanzia aggiuntiva.
Per poter beneficiare della detrazione per la polizza infortuni conducente, occorre tuttavia rispettare alcuni requisiti.
Per legge, sono detraibili dall’IRPEF, nella misura del 19%, le spese sostenute per le polizze assicurative che prevedono il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5%, da qualsiasi causa derivante, compresi appunto gli infortuni riportati dal conducente di auto.
Il limite di spesa massimo su cui calcolare la detrazione, anche in presenza di più polizze vita e infortuni, è pari a 530 euro, dunque l’importo massimo detraibile è pari a 100,70 euro (il 19% di 530).
Bisogna però prestare attenzione al fatto che per le polizze stipulate o rinnovate entro il 31 dicembre 2000, la durata del contratto deve essere di almeno 5 anni e per tale periodo non deve essere consentita la concessione di prestiti; le polizze stipulate o rinnovate dal 2001, devono avere come oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5%.
Per avere diritto alla detrazione è necessario anche presentare la ricevuta di pagamento del premio assicurativo e la copia del contratto.
Non meno importante un altro aspetto da rispettare per avere questo beneficio: il contraente e l’assicurato devono coincidere, a prescindere dal beneficiario che può essere qualsiasi persona.
Ricordiamo per comodità il significato assicurativo di questi termini.

L’assicurato è il soggetto verso il cui interesse viene emessa la polizza, mentre il contraente è il soggetto che stipula il contratto assicurativo, il quale può anche non coincidere con l’assicurato e/o beneficiario.
Infine il beneficiario è il soggetto che beneficerà delle prestazioni dell’assicurazione.

Per essere certi, comunque, di rispettare le normative di legge su ciò che è possibile portare in detrazione, consigliamo sempre di interfacciarsi con un professionista o se si acquista online di rivolgersi a siti attendibili.
Su Assaperlo.com, il primo network digitale di Assigeco che abbina assicurazioni e servizi per il professionista e il privato, comodamente con un solo clic, si possono valutare 2 formule, sottoscrivibili in modo indipendente dalla polizza auto di cui si è in possesso: polizza infortuniconducente nominale” e con targa.

La prima è abbinabile esclusivamente a chi guida a prescindere dal veicolo, la seconda copre dagli infortuni il conducente esclusivamente per la targa dell’auto guidata e indicata.

LLOYD’S è la più famosa corporazione assicurativa al mondo , di origine inglese, che dal XVII° secolo è a fianco di tutti coloro che si vogliono assicurare, con una rinomata e riconosciuta professionalità, da qualsiasi tipo di danno.

Related posts
AssicurazioniAssicurazioni Animali

Adottare un Cucciolo o un Cane Adulto/Anziano?

La maggior parte delle persone che sta pensando di adottare un cane, magari da un canile, predilige…
Read more
Assicurazioni

Assaperlo.com e la Casa del Consumatore contro le Truffe Assicurative

Il mercato assicurativo è e sarà sempre di più un mondo digitale. Agli italiani piace…
Read more
AssicurazioniAssicurazioni saluteSalute

Polizza Long Term Care (LTC): Cos’è e Come Funziona

Secondo gli ultimi dati ISTAT, attualmente la prospettiva di vita a 65 anni è cresciuta a 20 anni e…
Read more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Come possiamo aiutarti?
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux